Sei in: fiore di loto


NOVANTAQUATTRO

 

 

 

 

FIORE DI LOTO

Introduzione

PARTE NOVANTAQUATTRESIMA

 

Dove termina l’interesse per il proprio ?

Il cuore lo sa, ma l’intelletto non distingue

i petali del loto di fiamma.

Quando è affidato il compito di fare la guardia

ai cancelli, quando viene consegnato lo scudo,

e quando con esso si parano tutte le frecce

dirette al Maestro, queste sono azioni personali,

ma opposte all’egoismo.

Il cuore è ben consapevole di queste belle

imprese personali, allorché a ogni dardo nemico

sboccia un nuovo petalo del loto di fuoco.

Tali azioni personali, non imposte da alcuno,

che nessuno comanda, che nessuno rifiuta,

ma condannate da tutte le forze del male,

sono gli autentici raggi della vittoria.

Ed è proprio tale condanna, rivelata dall’ira,

che costituisce un vero criterio.

Si noterà che la tenebra non condanna mai

il vero interesse egoistico:

anche questo costituisce un esatto criterio.

Bisogna infatti conoscere non solo i criteri

che guidano in alto, ma anche quelli

che trascinano in basso;

solo così si apprezza lo scudo del conseguimento.

Agni Yoga. Cuore.

 

 

 

 

 

 

 

<< CLICCARE QUI PER SAPERNE DI PIU' >>