Sei in: fiore di loto > 2008


NOVANTATRE

 

 

 

 

 

FIORE DI LOTO

Introduzione

NOVANTATREESIMA

 

Addestramento del corpo fisico

 

Ciò comporta precisi requisiti:

 

   L’immissione di materia dei sottopiani superiori e l’eliminazione di quella inferiore e più grossolana. Ciò è necessario perché a chi disponga di corpi non affinati è impossibile registrare alte vibrazioni. All’Ego è impossibile trasmettere la conoscenza superiore e guidare attraverso un corpo fisico rozzo. È impossibile che le correnti più elevate di pensiero influiscano su un cervello fisico poco evoluto, perciò l’affinamento del corpo fisico è un requisito essenziale.

 

Si ottiene in vari modi, tutti ragionevoli e praticabili.

 

Con un’alimentazione pura.

Ciò implica una dieta vegetariana, scelta con saggio discernimento; richiede l’uso dei vegetali e della sola frutta che abbiano potere di vitalizzare.

Giudiziosa e accurata scelta del cibo, astensione assennata da pasti pesanti e poco cibo puro e perfettamente assimilato è quanto occorre al discepolo. Quali cibi?

Latte, miele, pane integrale, tutti i vegetali che sono a contatto con il sole, (arance soprattutto), banane, uva, noci, qualche patata, riso grezzo non brillato e, ripeto con insistenza, appena quel tanto necessario ad assicurare l’attività.

 

Con la pulizia. L’uso abbondante di acqua, esterno e interno, è di vitale importanza.

 

Con il sonno. Dovrebbe essere sempre compreso tra le dieci di sera e le cinque del mattino e, per quanto possibile, all’aperto.

 

Con il sole. Il contatto con i raggi solari e la vitalizzazione che ne deriva dovrebbero essere assiduamente ricercati. Il sole uccide tutti i germi e libera dalle malattie.

 

   Conformandosi a questi quattro requisiti si avvia un definito processo d’eliminazione e nel volgere di pochi anni l’intero corpo fisico eleverà gradualmente la sua polarizzazione, finché perverrete a disporre di un corpo composto di materia del sottopiano atomico. … Ciò può richiedere parecchie incarnazioni, ma si dovrebbe sempre ricordare che a ogni nuova incarnazione si assume un corpo dell’esatta qualità (se così posso dire) di quello abbandonato al momento della morte precedente. Perciò non si perde tempo in questo processo costruttivo. Col tempo saranno possibili altri due metodi per ottenere un affinamento più rapido.

 

 

 

 

 

 

 

<< CLICCARE QUI PER SAPERNE DI PIU' >>