Sei in: la grande invocazione > 2020


NOVANTANOVE

 

 

 

 

INVOCAZIONE

Introduzione

PARTE NOVANTANOVESIMA

 

Gli Usha della Nuova Aurora si possono ora manifestare.

Già il potere della Luce consuma le tenebre.

Ma è uno Spirito invincibile.

Il Mio Spirito sa come si forgia il potere.

Vi consiglio non di pregarmi, ma di inocarmi.

 E la Mia Mano non tarderà a manifestarsi nella lotta.

Come attraversammo i deserti?

Come evitammo le frecce nere?

 Come cavalcammo destrieri selvaggi?

Come fummo capaci di dormire nella stessa

tenda con un traditore?

 In qual modo ci riuscì di migliorare il Nostro

 destino affrontando il fuoco di sterpi nel deserto?

Come superammo i massi del torrente?

 Come ritrovammo la via nell’oscurità della notte?

 Come riuscimmo a comprendere i desideri tenebrosi?

Come scoprimmo il sentiero della vita?

In verità, con la vigilanza dello spirito.

Noi siamo pronti ogni istante a dare il pane

della vita a chi vorrà scegliere lo stesso sentiero

 di vigilanza dello spirito.

Il Mio Raggio illumina le azioni dello spirito.

Al Mio Raggio rispondono gli esseri che

 si ammantano del viola protettivo del coraggio.

Dove trova la muffa polverosa della paura,

il gladio del Raggio diventa una frusta!

 

Agni Yoga. Foglie del giardino di Morya, II.

 

 

 

 

 

 

<< CLICCARE QUI PER SAPERNE DI PIU' >>