Sei in: meditazione > 2019


CENTESIMA

 

 

 

 

MEDITAZIONE

Introduzione

PARTE CENTESIMA

Pericoli per il sistema nervoso

 

I disturbi connessi al sistema nervoso sono più frequenti di quelli che turbano il cervello, come la pazzia e la lacerazione del tessuto cerebrale.

Quasi tutti coloro che intraprendono a meditare sono consapevoli di un effetto sul sistema nervoso, talora sotto forma di insonnia, di eccitabilità, di tensione di energia e irrequietezza che non permettono di rilassarsi. Notano un’irritabilità forse inesistente nel temperamento prima di praticare la meditazione; una reazione nervosa, come un tremito degli arti, delle dita o degli occhi; depressione o diminuzione di vitalità e molte altre forme individuali di mostrare tensione e nervosismo, variabili secondo la natura e il temperamento. Queste manifestazioni di nervosismo possono essere leggere o gravi, ma cerco seriamente di farvi notare che si possono evitare, purché lo studente aderisca alle regole del comune buon senso, studi con senno il proprio temperamento e non proceda alla cieca con forme e metodi, ma insista per conoscere la ragion d’essere di ogni azione prescritta. Se gli studenti d’occultismo disciplinassero le loro vite con maggiore saggezza, se si concedessero le giuste ore di sonno con più determinazione e se lavorassero con cauta lentezza e non tanto d’impulso (per quanto elevata possa essere la loro aspirazione) ne deriverebbero risultati maggiori e i Grandi Esseri potrebbero disporre di aiutanti più efficienti nel servizio al mondo.

In queste lettere non mi propongo di esaminare in modo specifico le malattie cerebrali e del sistema nervoso. Desidero solo darvi indicazioni generiche e qualche ammonimento e, per incoraggiarvi, segnalarvi che più tardi, quando sapienti Istruttori cammineranno tra gli uomini e insegneranno apertamente in scuole specifiche, molte forme di disturbi cerebrali e di infermità nervose saranno curate adattando saggiamente la meditazione alle necessità individuali.

Verranno assegnate meditazioni atte a stimolare centri assopiti, a volgere il fuoco interno nei canali appropriati, a distribuire il calore divino in disposizione uniforme, a costruire tessuti e a guarire. Il tempo non è ancora giunto, per quanto non sia così lontano come potreste pensare.

 

 

 

 

 

 

 

<< CLICCARE QUI PER SAPERNE DI PIU' >>