Sei in: news

 

 

 

UNIONE MEDIANTE IDENTIRFICAZIONE CON IL TUTTO

Carlo Setzu

21

            Il cuore pensa, afferma, unifica. Esso recupera il significato, così a lungo offuscato dal cervello. Il cuore freme, trasale, discerne molte cose prima che il cervello riesca a riflettere un giudizio. Per ripararci da qualunque attacco del male, uniamoci al cuore come baluardo invincibile che debella ogni male.

            L’insoddisfazione è propria del mondo sottile, senza la quale è impossibile avanzare sulle sfere superiori. Si può soddisfare lo stomaco, si possono appagare i muscoli, ma è il cuore che dev’essere appagato. Persino la nebbia che vela l’occhio dell’uomo sazio, diventa una fiamma che la dirada quando il cuore è acceso.

            Due sono le ragioni per invocare il cuore: anzitutto, il cuore unisce al Mondo superiore; in secondo luogo ciò può essere eseguito durante qualsiasi attività, non avendo bisogno di tempo. Ci si abitua facilmente a una particolare sensazione percepita dal cuore, senza paura di effetti nocivi. Infatti il Maestro non stanca il cuore, al contrario, sono solo i pensieri ambientali che possono nuocergli.

            Tutti i tipi di disordine, anche quello attuale, sono una specie di gara tra il caos e la Manifestazione; bisogna dunque non perdere altro tempo e usare tutti i mezzi a profitto del creato, mediante nuove energie invocative.

            Il ponte, che il potere della Gerarchia ci permette di costruire, è il più vitale, ed è possibile solo seguendo la legge della coesione più rigorosa e sulla base del principio gerarchico, così realizzare le più alte possibilità.  La soluzione viene data dalla volontà creatrice mediante la coscienza unificata.

            Tutti i discepoli devono accostarsi alla Gerarchia, usando tutte le risorse dello spirito. Avvicinarsi quanto più possibile, sapendo ch’Essa sta al centro, da dove partono tutti i raggi e tutti i raggi vi convergono, e ricordando che il potere unificante sta esattamente nel cuore.

            In tutti i fenomeni cosmici si percepisce la coscienza, Essa opera nell’atomo, e l’energia atomica ne è la prova, e persino nel principio della vita umana. La Coscienza è la vera promotrice dell’energia universale: innumerevoli sono le sue espressioni.

            La vibrazione dello spirito guida in modo infallibile, in esso vivono bellezza e conoscenza, ma è l’unione superiore che apre la via al pensiero e attesta l’esistenza di mondi migliori dove esiste la gioia dell’unione cosmica. Il massimo di potenza creatrice si consegue quando il suono irradia e il colore suona, Allora le sfere vibrano in un’armonia superiore.

            Le trasmutazioni migliori si realizzano solo quando si aspira intensamente all’unione. L’umanità è malata di repulsione perché rifiutò il principio di sacralità e si istaurò il regno della ripulsa, e non c’è angolo del pianeta che ne sia esente. Il mondo creato dal cuore armonizzato, secondo il principio di unione, esprime la bellezza dell’Essere; ciò dev’essere riconosciuto nella vita perché si esprime per suo mezzo.

 

 

 

 

 

 

 


Condividi/Salva/Aggiungi a preferiti