Quarta Lezione

Carlo Setzu

Attività, in rapporto con l’autocoscienza. I Deva del Fuoco. I Costruttori maggiori.

I gruppi di deva ed elementali si divide in Costruttori evolutivi e involutivi, quelli che sono in sé delle forze positive, e quelli che sono delle forze negative, i lavoratori coscienti e quelli ciechi. È essenziale che lo studioso tenga presente che qui studi il mistero dell’elettricità, e perciò deve ricordare i seguenti fatti:
Il mistero dell’elettricità. I costruttori maggiori sono l’aspetto positivo della sostanza e dei fenomeni elettrici, mentre i costruttori minori ne sono l’aspetto negativo. Due tipi di forza sono rappresentati nell’attività di questi due gruppi, ed è la loro interazione e l’influsso reciproco che produce la luce, ossia il sistema solare manifestato. Nella loro totalità sono la sostanza nel suo complesso, la forma attiva intelligente, modellata allo scopo di fornire una dimora a una vita soggettiva centrale.
Essi sono pure la totalità dei Pitri, o Padri del genere umano, considerando l’umanità come la razza stessa, il quarto regno della natura, l’Uomo Celeste in manifestazione fisica. Questo è un punto importante da mostrare.
L’attività di questi deva nei riguardi dell’autocoscienza (che è la caratteristica dell’umanità) possono essere meglio studiate sia nel complesso sia considerando i gruppi e razze, e la vita dello studioso traduce lo stadio del lavoro dei deva in termini della sua stessa vita individuale, è soggetto a confondersi per la giustapposizione troppo stretta.
I Costruttori maggiori sono i Pitri solari, mentre i costruttori minori sono gli antenati lunari. Vorrei qui spiegare il significato occulto della parola “antenato”, quando è usata esotericamente. Essa significa letteralmente impulso che attiva la vita.
È l’attività soggettiva che produce l’oggettività, e riguarda gli impulsi emanatori che provengono da un qualsiasi centro positivo di forza, e che trascinano l’aspetto negativo nella linea di quella forza, producendo così una data forma. La parola “antenato” è usata su entrambi gli aspetti.
Il Logos solare è l’impulso iniziale o Padre del Figlio nella sua incarnazione fisica, un sistema solare. Egli è la totalità dei Pitri nel processo di procurare la forma. L’unione del padre (forza positiva) con la Madre (forza negativa) produce la fiamma centrale che chiama la forma, il corpo di manifestazione del Figlio. Un Uomo Celeste è in posizione analoga sul suo schema planetario. Egli è il germe centrale di vita e forza positiva, che nel corso del tempo, si manifesta come schema planetario o incarnazione del Logos planetario. Un uomo è analogamente la vita o energia positiva, che mediante l’azione può risplendere o irradiare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *